Gruppo Crai: nuovi incarichi per Gregoire Kaufman, Roberto Comolli e Mario La Viola 

Il Gruppo Crai, per affrontare le sfide future, ha richiesto all’Amministratore delegato Giangiacomo Ibba (in foto) di migliorare le performance di vendita e di risultato economico della rete. Per raggiungere questo obiettivo la sede di Milano sarà sempre di più un “headquarter di una grande azienda distributiva” più che una “centrale di servizi”, dove, insieme ai soci, si prendono le decisioni e si portano avanti i progetti. 
Il Gruppo punta a differenziare sempre più i negozi, al fine di ottenere “la capacità di raccontare qualcosa di diverso dal resto della distribuzione”. 

La struttura organizzativa “riflette le importanti sfide e obiettivi che Crai si è data, valorizza le competenze e le professionalità dei manager che compongono attualmente il gruppo e, al tempo stesso, vede l’ingresso di nuovi profili”, si legge in una nota. Gregoire KaufmanRoberto Comolli Mario La Viola sono stati scelti per guidare lo sviluppo del business e riportare all’Ad.

A Gregoire Kaufman sarà alla guida della Direzione generale Crai Secom. “Grazie alla sua esperienza internazionale e alla profonda conoscenza del settore, aiuterà nel percorso di efficientamento e creazione del valore per gli imprenditori e la rete del Gruppo”, affermano da Crai. 

Roberto Comolli avrà la carica di Direttore generale di Food 5.0. Si tratta della società del gruppo che avrà il compito di ripensare in chiave industriale la progettazione e realizzazione di tutte le linee dei prodotti a marchio, oltre allo sviluppo del format di negozio EDLP. “Comolli ha una profonda esperienza nella gestione dei marchi della Mdd, e darà un forte impulso e spinta all’innovazione rimettendo al centro del nostro mestiere il cibo come fattore determinante del successo del punto vendita”.

Mario La Viola, oltre alla guida della Direzione commerciale a riporto del direttore generale, si occuperà dell’area strategica dello sviluppo e della relazione con i CEDI, “con l’obiettivo di mettere a terra e diffondere la nuova strategia aziendale. La grande esperienza a 360 gradi e le qualità professionali ed umane di La Viola saranno fondamentali per far crescere al meglio l’organizzazione”.

“Con questo assetto organizzativo e la straordinaria esperienza e qualità dei manager nuovi, di quelli che già la compongono, dei nostri imprenditori e di tutti i collaboratori che ogni giorno sono impegnati sulle nostre reti, costruiremo la CraiFutura solida, forte e sempre più coesa per dare maggiore valore alle nostre imprese ed ai nostri clienti”, commenta Giangiacomo Ibba.