Giuseppe Prestia, ex Charterhouse, entra in 21 Invest Holding come CEO

Giuseppe Prestia entra in 21 Invest, gruppo europeo guidato e fondato da Alessandro Benetton che investe in imprese del mid-market con sedi in Italia, Francia e Polonia.

Prestia assumerà la carica di Amministratore Delegato della holding 21 Invest con focus sullo sviluppo di nuovi progetti ed in particolare sul lancio di una piattaforma di investimenti diretti in aziende italiane con orizzonte di lungo termine. Prosegue così il percorso di crescita di 21 Invest, già forte di una squadra di Managing Partners che continueranno a guidare i rispettivi consolidati team di investimento per la gestione dei fondi.

Giuseppe Prestia ha trascorso 18 anni di carriera in Charterhouse Capital Partners, una tra le più antiche società di investimento anglosassoni, dove ha rivestito il ruolo di partner e membro. A marzo 2016 Charterhouse Capital Partners ha vinto l’asta per Optima, la società riminese più nota con il nome del brand Mec3, leader mondiale nella produzione di ingredienti semilavorati per gelati artigianali e pasticceria con una quota di mercato del 12% dell’investment committee.

21 Invest in Italia lo scorso giugno ha investito in Energreen, operatore leader nella progettazione e produzione di macchinari professionali per la manutenzione del verde, acquisendo dalla famiglia Fraron una larga maggioranza dell’azienda, in un’operazione che ha seguito di pochi giorni l’annuncio dell’acquisizione della maggioranza di Laserjet,  storica azienda operante nello stesso settore fondata anch’essa da Lino e Ivo Fraron. L’acquisizione di Lasejet è stata condotta da 21 Invest Italy attraverso la partecipata Aussafer Due srl, società friulana attiva nella lavorazione della lamiera e specializzata nel taglio laser di precisione. Lo scorso marzo, invece, il fondo 21 Investimenti III di 21 Italy ha ceduto Carton Pack, azienda barese produttrice di imballaggi per il settore alimentare, in particolare per la frutta e la verdura, al private equity londinese A&M Capital Europe dopo averla tenuta in portafoglio per circa tre anni e mezzo