Il Consiglio di Amministrazione di Servizi Italia approva i risultati al 30 giugno 2022

Lavanolo in crescita organica anche nel semestre (+7,4%) e crescita double digit per Steril C (+10,1%). Ottime performance delle linee di “sterilizzazione” con Ebit margin Steril B a 8,5% e Steril C a 13,9%. Gas ed Energia Elettrica (+2,8% di incidenza sui ricavi) impattano significativamente la linea Lavanolo

• Ricavi consolidati pari a Euro 134,0 mln (Euro 125,1 mln nel primo semestre 2021)
• EBITDA consolidato pari a Euro 29,5 mln (Euro 33,5 mln nel primo semestre 2021)
• EBIT consolidato pari a Euro 1,2 mln (Euro 6,3 mln nel primo semestre 2021)
• Risultato netto consolidato pari a Euro 1,9 mln (Euro 4,4 mln nel primo semestre 2021)
• Posizione Finanziaria Netta pari a Euro 120,4 mln (Euro 125,7 mln al 31 dicembre 2021)

Il Consiglio di Amministrazione di Servizi Italia – società quotata al segmento Euronext STAR Milan di Borsa Italiana e leader nel mercato dell’outsourcing di servizi ospedalieri in Italia, Brasile, Turchia, India,
Albania e Marocco – ha approvato in data odierna la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2022.

“Il primo semestre 2022- ha dichiarato Roberto Olivi, Presidente del Comitato Esecutivo di Servizi Italia – si chiude con segnali molto incoraggianti in un contesto in cui l’incertezza e la volatilità dei fondamentali
rendono maggiormente complesso interpretare la temporaneità della crisi macroeconomica e geopolitica in atto. Il Gruppo ha presentato crescite positive in tutti i segmenti operativi, con crescite a doppia cifra nella linea della sterilizzazione dello strumentario chirurgico, peraltro il segmento a più alta marginalità. Abbiamo operato contenendo il più possibile gli effetti dei rincari energetici tramite recuperi di fatturato, adeguamenti contrattuali in linea con le crescite inflattive ed efficienze a livello di operation. Abbiamo inoltre diminuito ulteriormente la posizione finanziaria netta del Gruppo attraverso un’accurata gestione del circolante e degli investimenti di periodo. I risultati raggiunti nei primi sei mesi del 2022 sono il frutto degli sforzi profusi volti a preservare il valore generato dal Gruppo con il primario obiettivo di garantire tutela e stabilità a tutti gli stakeholder.”

Eventi di rilievo avvenuti dopo la chiusura del semestre

In data 15 luglio 2022, Servizi Italia S.p.A. ha reso noto di aver perfezionato l’acquisto mediante esercizio di opzione call in capo alla stessa di un ulteriore 25% del capitale sociale di Steritek S.p.A. arrivandone a detenere il 95% del capitale sociale. Il corrispettivo del 25% del capitale sociale di Steritek è risultato pari a Euro 1,34 milioni. La definizione del prezzo si è basata sui risultati 2020 e 2021 oggetto di revisione legale e sulla posizione finanziaria netta di Steritek alla data d’esercizio dell’opzione call.

L’operazione si concretizza con le medesime finalità che consentiranno a Servizi Italia di arrivare a detenere il 100% di Steritek S.p.A., scomponendone l’acquisizione del capitale residuo in due momenti:

i. Acquisizione in data 15 luglio 2022 del 25% del capitale di Steritek tramite esercizio di opzione di acquisto (call);
ii. Assegnazione a Servizi Italia e al venditore, detentore del residuo 5% del capitale sociale di Steritek e Amministratore Delegato della Società, di opzioni rispettivamente di acquisto (call) e di vendita (put), finalizzate a consentire a Servizi Italia di arrivare a detenere la totalità del capitale di Steritek entro 4 anni (2026) oppure entro 7 anni (2029).

Il posticipato acquisto del residuo 5% delle quote (che presenta un floor di Euro 268 migliaia) è finalizzato
a consolidare ulteriormente il proficuo rapporto di partnership tra Servizi Italia e il venditore.