Danilo Calabrò è il nuovo ad e dg di Schindler Italia

Importante cambio al vertice del gruppo multinazionale svizzero

Cambio al vertice di Schindler Italia, l’azienda che opera nel settore degli ascensori e delle scale mobili: Danilo Calabrò è il nuovo amministratore delegato e direttore generale della consociata italiana del gruppo multinazionale svizzero. Schindler Italia, con sede a Concorezzo (MB), conta attualmente circa 1.500 dipendenti ed è presente in tutta Italia attraverso 32 tra filiali e uffici territoriali.

«Il mercato ascensoristico italiano richiede sempre più qualità, tecnologia e trasparenza, oltre ad un’attenzione particolare al tema della sostenibilità», ha detto Calabrò. «Schindler, azienda da sempre orientata alla solidità nel medio-lungo termine, ha molto a cuore queste tematiche e sta concentrando i propri sforzi nel proporre ai clienti soluzioni e servizi innovativi, che la differenzino sia sul mercato delle nuove installazioni che su quello della manutenzione e degli ammodernamenti degli ascensori esistenti».

Classe 1968 e laurea in Economia aziendale presso l’Università Bocconi di Milano, Calabrò è entrato in Schindler Italia nel 2008 nel ruolo di direttore servizi e riparazioni. Da allora ha ricoperto posizioni di crescente responsabilità sia in Schindler Italia che nel gruppo, presso il quale dal 2017 è stato direttore Europe South e Middle East. In passato è stato in Hilti, per tre anni come direttore commerciale Italia e per quattro come general manager di Hilti Australia, e società del Gruppo Merloni Elettrodomestici con ruoli di responsabilità in vari paesi tra cui la Cina.