Giacomo Moletto diventa chief operating officer di Hearst Europa

Evoluzione strategica e organizzativa per Hearst Magazines Europe che coinvolgerà le attività in Regno Unito, Italia, Spagna e Paesi Bassi mantenendole nel contempo indipendenti ma unificandole in una struttura centrale. La strategia è stata chiamata One Hearst Europe ed è stata presentata dal presidente del business nel vecchio continente James Wildman come il primo passo per la trasformazione del business europeo in una ancora più moderna media company. La strategia europea si focalizzerà su tre pilastri principali: accelerazione digitale, diversificazione dei fatturati e crescita della quota di mercato stampa.

In concreto, sarà introdotta una struttura cross-market organizzata per funzioni anziché per paesi: i diversi team continueranno a operare nei loro rispettivi mercati e a gestire i conti economici nazionali separati con i country managers che gestiranno le attività localmente. Saranno però costituite quattro divisioni europee centralizzate di business al fine di condividere le best practice e favorire la collaborazione e le partnership tra i mercati:

Le divisioni sono la Central Operations, guidata da Claire Blunt, cfo/coo di Hearst UK, che diventerà chief financial, operations & data officer (CFODO); la divisione Content & Consumer (B2C), guidata da Giacomo Moletto, ceo Western Europe, che diventerà chief operating officer (coo) di Hearst Europe (oltre a restare country manager di Hearst Italia); la Marketing Solutions (B2B) guidata da James Wildman al momento, in aggiunta alla sua responsabilità su tutta l’Europa; People Team (Human Resources) guidata da Surinder Simmons, chief people officer (CPO) Hearst UK, che diventerà chief people officer di Hearst Europe.

«Sono oltre modo orgoglioso di guidare Hearst Magazines Europe in questa nuova eccitante decade», ha detto Wildman, presidente di Hearst Europe. «Sono anche lieto di presentare una nuova struttura organizzativa che consoliderà il nostro successo futuro attraverso la regione. Allineando il nostro straordinario talento attraverso i mercati, diventeremo ancor più innovatori ed efficaci».