Presidenza FCP: Massimo Martellini confermato per il prossimo bienno 2023/2025

L’Assemblea FCP ha confermato all’unanimità Massimo Martellini Presidente della Federazione Concessionarie Pubblicità, per il prossimo biennio 2023/2025.

“Dopo lo scorso mandato, caratterizzato dalla difficile emergenza pandemica, anche quest’ultimo biennio si è purtroppo svolto in un contesto di eccezionale complessità ed incertezza. Tuttavia, devo sottolineare con soddisfazione come il mercato dei media ed il comparto delle concessionarie di pubblicità si siano favorevolmente adattati a tale nuovo scenario ed alle molteplici sfide ad esso connesse”.

Il ruolo stesso delle concessionarie, che già nel corso del tempo aveva subito una rilevante evoluzione, negli ultimi anni si è trasformato ed arricchito in modo decisivo, integrando sempre più una visione progettuale articolata ed “omnichannel”, in linea con le aspettative di intermediari ed investitori confermandone la funzione centrale. Nel corso di quest’ultimo biennio l’associazione ha portato a termine i diversi obiettivi che erano stati condivisi e programmati, focalizzati sui diversi media rappresentati in FCP (Assoquotidiani, Assoperiodici, AssoTV, Assointernet, Assoradio, AssoGoTv, Associnema), maturando al contempo una visione sempre più crossmediale. Tutto ciò è stato reso possibile dal lavoro congiunto dei Presidenti delle diverse “Asso”, dai membri delle rispettive assemblee e soprattutto da quello messo in atto dai componenti dei molteplici tavoli di lavoro, ai quali rivolgo un particolare ringraziamento. Desidero sottolineare favorevolmente anche la costruttiva attività di confronto e condivisione che la federazione ha portato avanti nei confronti dei principali organismi associativi del nostro comparto, UPA ed UNA in primo luogo, a beneficio di tutta la nostra industry. Ora ci attendono altri due anni di lavoro, nei quali intensificheremo ulteriormente le attività progettuali, dando continuità ai programmi già impostati e prestando grande attenzione alle dinamiche evolutive emergenti”.