Il nuovo CEO di Daida è Natalie Schubert

Daida, una società di tecnologia aziendale, ha annunciato oggi che Natalie Schubert è stata nominata amministratore delegato.

Per alcuni, il cambiamento porta la paura dell’ignoto. Ma, per Natalie Schubert, offre opportunità.

Per Daida è importante cogliere le opportunità che derivano dal cambiamento. La società di tecnologia aziendale, precedentemente DRS Imaging, società madre di Imagetek, Integra e Doculynx, ha recentemente unito queste organizzazioni, formando un fronte unificato per guidare i loro clienti combinati verso il successo con la digitalizzazione, la gestione dei documenti nel cloud e le soluzioni di automazione dei processi.

Un mondo competitivo, feroce e in rapida evoluzione come la tecnologia aziendale richiede un team esperto, agile e orientato all’azione. Ecco perché Natalie Schubert, ex Ricoh USA, sembra una scelta naturale come CEO: ha trascorso gli ultimi due decenni e mezzo guidando i team attraverso cambiamenti su larga scala che comportano ristrutturazioni, rimodellamento e lancio di nuove soluzioni tecnologiche.

Durante i suoi 24 anni di carriera, Natalie ha navigato in un’atmosfera tecnologica aziendale complessa e in rapida evoluzione, garantendo al tempo stesso che le aziende dei clienti rimanessero connesse, lavorassero in modo più intelligente e ottenessero un vantaggio competitivo.

Ma è il suo focus incentrato sul cliente sul potenziamento dei luoghi di lavoro digitali attraverso una gestione innovativa dei documenti, la governance delle informazioni e l’automazione dei processi aziendali che le ha dato le competenze per assumere Daida al livello più alto.

Prima del suo incarico presso Ricoh USA, Natalie ha fondato e gestito Financial Intelligence Network, una società di consulenza aziendale che ha trasformato in un’azienda multimilionaria.

“Sono molto entusiasta di entrare a far parte del team Daida”, ha dichiarato Natalie Schubert. “Credo che Daida abbia un’opportunità unica per aiutare le organizzazioni ad accelerare la crescita del business attraverso la digitalizzazione e gli approfondimenti sui dati. L’impronta nazionale di Daida ci consente di soddisfare facilmente le esigenze di gestione dei documenti dei nostri clienti in modo che possano concentrarsi sulle cose che contano di più per loro: i loro clienti e dipendenti”.

E forse questo è il motivo più importante per cui Natalie sembra una persona così perfetta come CEO per la nuova società: capisce come il potere dei dati possa migliorare vite e aziende, che è il fulcro della missione di Daida. I dati sono fatti; l’informazione è intelligenza. L’intelligenza ha il potere di guidare l’agilità che le aziende devono evolvere per prosperare in una nuova era di lavoro ibrido e senza confini.