Sito Seriale UNESCO “I Longobardi in Italia” Cambio di Presidenza per l’Associazione Italia Langobardorum: Danilo Chiodetti è il nuovo Presidente

Cambio di Presidenza per l’Associazione Italia Langobardorum, struttura di gestione del sito seriale UNESCO “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774)”. È quanto emerso dal Consiglio di Amministrazione di lunedì 9 gennaio 2023, momento in cui si è tenuto il passaggio di testimone da parte dell’uscente presidente Antonella Tartaglia Polcini, assessore alla cultura, valorizzazione patrimonio culturale, patrimonio UNESCO, manifestazioni, grandi eventi, biblioteche, rapporti con le comunità religiose del Comune di Benevento, in carica da novembre 2021 a cui succede, per il prossimo biennio,
l’umbro Danilo Chiodetti, Assessore alla Valorizzazione delle culture, della qualità e della bellezza della Città e del territorio del Comune di Spoleto (Pg), supportato dalla neoeletta vicepresidente Rosa Palomba Assessore alla cultura e turismo del comune di Monte Sant’Angelo (Fg).

“Sono molto onorato di presiedere l’Associazione Italia Langobardorum perché sul terreno della conoscenza, dell’accrescimento culturale si gioca sempre una partita di grande valore, soprattutto se lo si fa guardando con attenzione alle nuove generazioni” – ha commentato il neoeletto Danilo Chiodetti
– “Ovviamente lavoreremo in continuità con i progetti appena realizzati, come ad esempio il nuovo sito
web e il nuovo piano di comunicazione, ma proprio per l’importanza delle attività portate avanti in questi
anni dall’Associazione, ritengo indispensabile coinvolgere maggiormente nuove fasce d’età, in particolare i cosiddetti nativi digitali. L’intento è di sperimentare nuovi modi di comunicare la cultura e la storia dei
Longobardi, incentivando la partecipazione anche attraverso delle “invasioni” digitali nei siti della Rete
UNESCO, con il coinvolgimento di bloggers e storytellers. L’obiettivo sarà quello di sviluppare e promuovere progetti sui valori promossi dall’UNESCO per sensibilizzare e coinvolgere attivamente le giovani generazioni, per renderle custodi del patrimonio culturale e dei beni architettonici dei nostri territori”.​

Questo importante cambio di presidenza è stato ampiamente sostenuto da tutti i membri del Consiglio di Amministrazione dell’Associazione Italia Langobardorum – Daniela Bernardi, Sindaco di Cividale del Friuli; Laura Castelletti, Vicesindaco di Brescia; Sara Masseroli, funzionario Soprintendenza per Castelseprio e Torba; Maurizio Calisti, Sindaco di Campello sul Clitunno; Danilo Chiodetti, Assessore di Spoleto (Pg) e Rosa Palomba Assessore di Monte Sant’Angelo – che hanno voluto inoltre ringraziare le due presidenti uscenti, prima Rossella Del Prete e Antonella Tartagli Policini poi, entrambe del Comune di Benevento, per il lavoro svolto nel biennio di presidenza, durante il quale sono stati raggiunti ragguardevoli traguardi, seppure con le numerose difficoltà legate all’emergenza sanitaria. Sono stati ottenuti infatti, tramite bando, importanti contributi da parte del Ministero che hanno reso possibili numerose attività online e in presenza.

“Sin dallo scorso 8 novembre 2021, data di avvio dell’intenso anno di Presidenza beneventana dell’Associazione “Italia Langobardorum” – ha commentato Antonella Tartaglia Polcini presidente uscente – il privilegio di conoscere da vicino e l’onore di servire e rappresentare l’Associazione, oltre ad insegnarmi tanto, mi hanno soprattutto consentito di “toccar con mano” l’alto valore promozionale dello spirito che anima questa virtuosa declinazione dell’Associazionismo – fra le Persone prima ancora che fra le Istituzioni – per la massimizzazione del significato simbolico e reale della migliore gestione dell’ingente Patrimonio che è innanzitutto ricchezza della nostra amata Italia e poi Patrimonio dell’Umanità. Non smetterò pertanto di ringraziare i Soci tutti, nella componente amministrativa e tecnica, oltre ai nostri amati Longobardi, per avermi fatto dono di una esperienza unica e indimenticabile, nella sua totalità. Un sentito ringraziamento alla Collega Rossella Del Prete, che mi ha preceduto nel primo anno di Presidenza beneventana e alla instancabile Arianna Petricone, Segretaria tecnica dell’Associazione, per essermi stata accanto sempre in modo intelligente, vivace, puntuale e coinvolgente. L’augurio più affettuoso al Presidente, Danilo Chiodetti e al Vice Presidente, Rosa Palomba, per le nuove sfide della vita e delle azioni che seguiranno nel prossimo biennio. Evviva “Italia Langobardorum”, mirabile sintesi della vitalità della Cultura longobarda in Italia e nel mondo intero!”

L’Associazione Italia Langobardorum

L’Associazione Italia Langobardorum – formalmente costituita nel 2009 dai Comuni di Benevento, Brescia, Campello sul Clitunno (PG), Castelseprio (VA), Gornate Olona (VA), Cividale del Friuli (UD), Monte Sant’Angelo (FG), Spoleto (PG) e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – è la struttura di gestione del Sito UNESCO; non ha scopo di lucro e si occupa di avviare, coordinare e monitorare le azioni di rete relative alla valorizzazione, promozione e sensibilizzazione del sito UNESCO. Tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale, sensibilizzazione delle comunità locali, promozione dello sviluppo socio-economico sono dunque le principali direttrici lungo le quali si sviluppano le azioni che l’Associazione persegue con il supporto degli uffici di coordinamento locale, istituiti dai comuni fondatori e anche attraverso partenariati con soggetti pubblici e privati diversi, al fine di ampliare e sviluppare la “rete longobarda” in un percorso organizzato di interazioni con gli stakeholder dei territori.

Fanno parte del sito seriale Unesco della civiltà longobarda: l’area della Gastaldaga e il complesso episcopale a Cividale del Friuli (UD), il Santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo (FG), l’area monumentale con il Monastero di San Salvatore-Santa Giulia a Brescia, il castrum con la Torre di Torba e la Chiesa di Santa Maria Foris Portas a Castelseprio – Torba (VA), la Basilica di San Salvatore a Spoleto (PG), il Tempietto del Clitunno a Campello sul Clitunno (PG) e il Complesso di Santa Sofia a Benevento.