Toscana Bio per la Sostenibilità nomina Rossella Bartolozzi nuova Presidente

Toscana Bio per la Sostenibilità, associazione nata nel 2019 per sviluppare attività di promozione della cultura ecologista e valorizzare le buone pratiche del sistema agricolo e alimentare, biologico e biodinamico, ha nominato Rossella Bartolozzi, nuova Presidente che subentra al posto di  Alberto Bencistà, il quale ha deciso di lasciare la direzione dell’associazione toscana per seguire i suoi impegni in ambito istituzionale.  Ad affiancare la nuova presidente, il Consiglio Direttivo composto da: Carlo Triarico, vicepresidente; Alessandra Alberti, consigliere; Antonio Marra, consigliere.

Bartolazzi è socia e consigliere delegato di Probios, azienda toscana leader nel biologico certificato dal 1978, dal 2019 è nel direttivo di Federbio Nazionale come consigliere delegato ed è considerata, per l’impegno portato avanti da oltre 40 anni, una delle voci di riferimento per la diffusione della cultura del biologico in Toscana. Da sempre attenta a sostenere un’alimentazione sana e biologica Rossella Bartolozzi nel 2019 è stata inoltre promotrice della nascita della Fondazione Est-Ovest, punto di riferimento del panorama fiorentino per incontri, corsi ed attività legate al benessere fisico e spirituale.

“In questo momento storico di sfide ai cambiamenti climatici e di scelte strategiche per il futuro del sistema locale agrobiologico, desidero proseguire il percorso intrapreso dal mio predecessore, impegnandomi a consolidare l’associazione come soggetto di riferimento e sostegno a livello regionale, sia per gli agricoltori che appartengono al comparto biologico sia per quegli agricoltori che vogliono convertire le colture convenzionali al bio”, ha dichiarato Rossella Bartolozzi in merito al nuovo incarico  

L’associazione, che è diventata la sede regionale di Federbio in Toscana, organizzerà eventi, mostre, mercati, per dare visibilità al biologico toscano e aiutare le vendite dirette “dal campo alla tavola”. “Toscana Bio deve diventare una realtà in grado di informare e formare il mondo agricolo”, continua la nuova Presidente. “Essere uno dei portavoce per la diffusione del sistema del biologico è fonte di grande orgoglio per me. Vogliamo dare visibilità a quelle realtà sconosciute che molto hanno da raccontare”.