Ann Demeulemeester nomina Ludovic de Saint Sernin nuovo Direttore Creativo

Ludovic de Saint Sernin è il nuovo Direttore Creativo di Ann Demeulemeester che fa parte del gruppo di designer ‘Sei in Anversa’ e ha esordito sulla passerella nel 1992 a Parigi aggiungendo la linea menswear nel 1996. La fondatrice ha lasciato la moda nel 2013 preferendo concentrarsi sulla produzione di ceramiche. Rimane vicina alla maison mentre i suoi articoli per la casa e i progetti di illuminazione sono in mostra nel negozio di Anversa, riaperto lo scorso anno.

Nato a Bruxelles e cresciuto a Parigi, Ludovic de Saint Sernin si è laureato all’Esaa Duperré e ha lavorato per importanti maison francesi prima di lanciare la sua omonima etichetta nel 2017, ottenendo immediatamente riconoscimenti per la sua interpretazione sensuale e personale della moda. De Saint Sernin è noto al grande pubblico per essere un sostenitore di una nudità sensuale e provocatoria, creando abiti trasparenti, reti di cristallo come top, slip stringati e maglie super aderenti che hanno riscosso molto successo anche tra le celebrities tra cui Dua Lipa, Hailey Bieber, Bad Bunny e Troye Sivan. 

Il designer è noto per le sue creazioni sensuali e gender fluid avrà il compito di disegnare il marchio fondato dall’omonima stilista belga e di proprietà del rivenditore italiano Claudio Antonioli, segnando così una nuova direzione creativa per la casa di moda, attualmente disegnata da un team in-house dopo l’addio dello stilista francese Sébastien Meunier nel luglio 2020 . La collezione di debutto firmata dalla new entry del marchio sarà svelata nel marzo 2023 durante la settimana della moda di Parigi.

“La paternità e l’autobiografia – specifica una nota condivisa sia dallo stilista che dal brand via social – acquistano centralità, poiché Ludovic de Saint Sernin modella i tratti di Ann Demeulemeester intorno alla sua visione, alle sue inclinazioni e alla sua individualità, offrendo una lettura in prima persona e la connessione con il pubblico di oggi che ne deriva. Sensualità, tensione, silhouette, fluidità, selvaggio e un tocco grafico sono i pilastri che definiscono il linguaggio che Ludovic de Saint Sernin sta per costruire mentre traccia il nuovo corso di Ann Demeulemeester, iniettando il suo approccio alla moda come strumento per modellare e liberare la propria presenza e il proprio aspetto”.