Laura Castelli nominata Direttore Generale di Erion Energy

Erion Energy – Consorzio no profit del Sistema Erion – ha nominato Laura Castelli Direttore Generale. Castelli avrà la responsabilità di incrementare la raccolta dei rifiuti di pile e accumulatori.

Laura Castelli, laureatasi in Scienze Ambientali, ha iniziato la carriera in Aecom – societò specializzata nel settore della consulenza ambientale – per poi entrare nel mondo dei sistemi nel consorzio Ecolamp. Castelli si è occupata di standard legati alle tematiche ambientali, di qualità, salute e sicurezza in Lloyd’s Register per poi diventare nel 2018 Operations Manager all’interno di Erion Compliance Organization.

Erion Energy, Consorzio no profit del Sistema Erion, dedicato alla gestione dei rifiuti di pile e accumulatori, ha scelto come nuovo Direttore Generale Laura Castelli. La Dirigente lavorerà per incrementare la raccolta dei rifiuti di pile e accumulatori, ancora limitata e lontana dai target europei.

Castelli dichiara:  “Sono onorata dell’incarico conferitomi. Come Direttore Generale di Erion Energy lavorerò per diffondere tra i cittadini una maggiore conoscenza delle modalità di raccolta dei Rifiuti di Pile e Accumulatori, così da garantirne il corretto riciclo e valorizzare il recupero di quelle materie prime indispensabili per alcuni settori strategici della nostra economia in essi contenute” ha dichiarato Laura Castelli. “Il tasso di raccolta è ancora troppo basso rispetto al target imposto dall’Unione Europea: dobbiamo invertire la rotta. Ecco perché mi impegnerò in prima persona per mettere in campo iniziative volte all’aumento della raccolta sul territorio così da promuovere un’economia circolare e ridurre gli impatti ambientali nella fase finale del ciclo di vita delle batterie.

Il Presidente di Erion Energy, Alessandro Frigerio ha aggiunto: “Forte dell’esperienza maturata in questi anni, la dottoressa Castelli è la persona più adatta per ricoprire questo ruolo e aiutare il Consorzio nel raggiungimento dei propri obiettivi”. “Ci aspetta un grande lavoro per incentivare la raccolta di rifiuti che, per loro composizione, possono rappresentare un danno per l’ambiente se non gestiti correttamente. Il suo contributo sarà fondamentale non solo per aiutare i cittadini ad agire in modo corretto e sostenibile, ma anche per stimolare un sistema virtuoso a partire dagli operatori di filiera”.