L’OICE nel Board di FIDIC nomina Vice Presidente Alfredo Ingletti

La scorsa settimana a Ginevra, la Conferenza Internazionale della FIDIC – la Federazione mondiale dell’ingegneria e della consulenza che riunisce le Associazioni di settore di tutto il mondo -, presenti 500 delegati arrivati da ogni angolo del mondo, ha eletto nel proprio Board l’ingegnere Alfredo Ingletti, Vice Presidente dell’OICE, l’Associazione aderente a Confindustria che riunisce le società di ingegneria e architettura italiane.

Particolare soddisfazione è stata espressa dal neo eletto Alfredo Ingletti: “Sono emozionato ed entusiasta di poter ricoprire questo ruolo di così grande prestigio, che rappresenta il coronamento di un percorso condotto insieme all’OICE in questo ultimo decennio per rappresentare a livello internazionale la qualità dell’ingegneria italiana. In un momento in cui è evidente che la soluzione dei problemi si può raggiungere solo a livello globale, mi impegnerò a dare il mio contributo al rafforzamento del dialogo tra la nostra organizzazione e la comunità internazionale.”

Altrettanto soddisfatto è il Presidente OICE Giorgio Lupoi: “Si tratta di un risultato di altissimo valore per il mondo dell’ingegneria e dell’architettura organizzata, che arriva dopo avere raggiunto in sede europea un forte posizionamento in Efca. L’Italia entra nel gotha dell’ingegneria mondiale esprimendo uno dei nove componenti del Board. Con questa nomina l’ingegneria italiana avrà voce e potrà per i prossimi anni essere un punto di riferimento e di costruzione di un campo largo di idee e progetti. È un risultato di squadra che ha visto uniti i paesi europei sulla figura del nostro vice presidente e che dimostra ancora come il nostro Paese sia riconosciuto a livello mondiale per le sue capacità, professionalità e know-how. Auguro ad Ingletti i migliori successi e un grande in bocca al lupo”.

Il Board è l’organo esecutivo della Federazione che definisce le politiche a livello internazionale nel rapporto con i Governi nazionali e con le Organizzazioni multilaterali, pianifica le strategie di settore raccogliendo gli indirizzi dell’Assemblea Generale, sviluppa contatti e relazioni con i diversi stakeholder internazionali.