Banca San Marino nomina Direttore Generale Aldo Calvani, figura professionale di alto profilo in ambito bancario e finanziario

Il Consiglio di Amministrazione di Banca di San Marino ha nominato nuovo Direttore Generale Aldo Calvani

Il Presidente BSM Francesca Mularoni in merito alla nuova nomina si dichiara onorata nel poter lavorare con una figura professionale di grande rilievo come il Dott. Calvani, affermando: 
“La sua significativa esperienza in campo bancario e finanziario, maturata sia nell’ambito di banche di territorio che in uno dei più importanti gruppi europei come Intesa Sanpaolo, sarà un elemento chiave nel potenziamento del percorso di consolidamento e sviluppo avviato da Banca di San Marino.”

Calvani laureato in Scienze Politiche presso l’Università di Siena, ha proseguito la sua formazione con Corsi e Mater in Finanza, finalizzando uno stage presso primarie Banche Europee. Tra i percorsi di carriera il nuovo Direttore Generale ha assunto ruoli di responsabilità in ambito Commerciale e Finanza nel gruppo Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio, per passare a ricoprire la posizione di Direttore Finanziario e successivamente di Direttore Commerciale. Dal 2005 al 2009 ha ricoperto il ruolo di Direttore Risk Management e Responsabile Antiriciclaggio – Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio – per poi passare alla Direzione Generale di una Società di Leasing. Dal 2011 assume il ruolo di Direttore Generale, prima della Banca Lecchese – ora Banca Progetto – poi della Banca Federico Del Vecchio a Firenze. Dal 2017 ha ricoperto ruoli di Responsabilità Territoriale in Toscana, prima per Ubi Banca, poi per il Gruppo Banca Intesa SanPaolo.

Durante il percorso di carriera, oltre alla presenza in diverse commissioni tecniche dell’Associazione Bancaria Italiana, ha assunto numerosi incarichi amministrativi come Presidente di una Società di Gestione Fondi in Lussemburgo, Consigliere Amministrativo di una Compagnia Assicurativa Ramo Vita, Consigliere di una primaria Sgr italiana e di una Gestione Fondi Immobiliari. Fino al 2019 è stato Consigliere di Unione Fiduciaria.