Andrea Casalini alla guida di ENDU

Il nuovo azionista di riferimento del gruppo ENDU è Andrea Casalini che ricoprirà anche la posizione di CEO. Una decisione concordata per guidare la prossima fase di sviluppo della società, leader in Italia per i servizi digitali relativi agli sport endurance. Ispirare sempre più persone tra i 10 milioni di praticanti sportivi italiani e stranieri è l’obiettivo che l’azienda si pone, attraverso l’invito a partecipare ad eventi ed esperienze organizzate di sport all’aperto sul territorio italiano

Andrea Casalini ha portato in data odierna al 50,1% la propria partecipazione nel capitale sociale  di SDAM, acquisendo quote da Andrea Balestrieri, socio fondatore, e da tutti gli altri soci della società. Con questa operazione Casalini diviene quindi azionista di riferimento di un gruppo che, oltre a SDAM, comprende la controllata Engagigo s.r.l., proprietaria della piattaforma ENDU.net (gruppo ENDU). Inoltre, si è tenuta l’assemblea dei soci di Engagigo s.r.l. che ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione dove, oltre ad Andrea Casalini ed Andrea Balestrieri, fanno parte Giorgio De Giorgi, Giulio Giorgini e Florence Jacqueline Henriette Kaminska. In questa nuova struttura Andrea Casalini sarà CEO di gruppo; Andrea Balestrieri manterrà un ruolo esecutivo all’interno del gruppo, con responsabilità sullo sviluppo dei rapporti con gli organizzatori di eventi e gli altri attori della filiera.

«Sono entusiasta di iniziare a lavorare con il team di ENDU e di mettere la mia esperienza nel mondo digitale al servizio di questo progetto, perchè ENDU ha il potenziale per coinvolgere milioni di appassionati e cambiare il mercato degli eventi sportivi per amatori in Italia – ha commentato Andrea Casalini – è sotto gli occhi di tutti il fatto che sempre più persone praticano sport quali corsa, ciclismo, nuoto, triathlon, sci di fondo. Oggi molti di loro si limitano a una pratica “di routine”, da soli o con pochi amici. Non considerano, ritenendola fuori dalla propria portata, o troppo complicata, l’idea di partecipare ad eventi ed esperienze con altri appassionati». Considerazioni del nuovo CEO nate sulla base di ricerche che dicono che meno di un milione di persone, tra i 10 milioni di praticanti regolari, decide annualmente di “mettere un pettorale”. «Si perde, in questo modo, l’occasione per momenti di grande divertimento e gratificazione personale che possono accrescere la motivazione allo sport e contribuire al proprio benessere e alla propria salute – prosegue Casalini – ed ENDU, con i suoi servizi digitali, vuole ispirare e rendere molto più semplice la decisione di partecipare a esperienze condivise di sport». In tal senso il business model di ENDU sarà sempre più nitidamente un marketplace, che oltre alle iscrizioni, offrirà molti altri servizi legati alla pratica sportiva.«Ci concentreremo anche sulla capacità di attrarre sportivi stranieri in Italia offrendo loro le migliori esperienze di turismo sportivo nel nostro Paese – conclude Casalini – vogliamo insomma contribuire al benessere delle persone ed essere al contempo un traino per l’intero settore degli eventi sportivi e per l’indotto, anche turistico, di questa filiera. Andrea Balestrieri e tutto il team hanno una conoscenza unica del settore e sono certo che insieme faremo ottime cose». 

Obiettivi e azioni condivise anche da chi ha ideato ENDU: «Sono molto contento di questo passaggio – ha dichiarato Andrea Balestrieri – perché in SDAM ed Engagigo abbiamo costruito negli anni scorsi asset importanti, in termini sia di tecnologia sia di rapporti con l’ampia platea degli appassionati di endurance, oltre che con gli operatori del settore. A partire da questi asset, nei prossimi anni possiamo perseguire obiettivi ambiziosi. In particolare, possiamo rendere sempre più performante e user friendly la nostra piattaforma e rafforzare il nostro rapporto con milioni di clienti».  Per ENDU inizia una nuova fase di crescita e tutti sono concordi che sia questo il momento ideale per questo cambiamento.  «Conosco Andrea Casalini da diversi anni e sono certo che le sue capacità, la sua esperienza e la sua conoscenza del settore digitale sapranno dare un forte impulso alla nostra crescita. Sarò ben lieto di lavorare con Andrea e continuare ad apportare il mio contributo che si basa su molti anni di conoscenza di questo settore» ha concluso Balestrieri. Andrea Casalini è un manager ed investitore del settore digitale in Italia. Dopo alcuni anni di esperienza come consulente di direzione in Accenture e in McKinsey, è stato Amministratore Delegato di EDS Italia, President EMEA della linea e-solutions di EDS, CEO di Buongiorno, CEO di Eataly Net. Ha investito in numerose startup italiane di successo. Oltre a Buongiorno e Eataly Net, tra le altre, Restopolis poi ceduta a The Fork/Tripadvisor, Dove Conviene/Shopfully, Supermercato24/Everli, Talent Garden, WeRoad. È stato consigliere di amministrazione indipendente in Gruppo Mutuionline, Amplifon, Cerved Group. È consigliere di Reevo s.p.a., società di cybersecurity quotata all’Euronext di Milano.