Trenitalia,135 mila euro provenienti dal programma CARTAFreccia donati in beneficenza

Sono circa 135mila euro i soldi raccolti dal programma fedeltà CartaFRECCIA di Trenitalia (nella foto Luigi Ferraris, Amministratore delegato) che saranno presto destinati al sostegno di alcune onlus impegnate in attività no profit. Molti clienti Trenitalia infatti durante la scelta dei premi riservata ai membri del programma fedeltà dell’azienda hanno deciso di donare i loro punti a favore di iniziative di solidarietà.

Più della metà dei soldi raccolti è stata destinata a Save the Children, una delle più grandi Organizzazioni internazionali indipendenti creata il 19 maggio 1919 che opera in 125 paesi con una rete di 28 organizzazioni nazionali, e a Caritas Italiana, impegnata sul fronte ucraino per fornire alla popolazione beni di prima necessità.

Anche il Gruppo FS Italiane è sceso in campo prontamente sul fronte ucraino con iniziative che vanno dalla gratuità dei viaggi in treno nelle settimane successive all’inizio della guerra, alla consegna di merci e cibo e agli spostamenti del Coro Popolare Ucraino per le esibizioni in Italia.

La restante parte dei punti trasformati in donazioni è stata destinata alla Protezione Civile per sostenere le iniziative pandemiche, all’European Brain Research Institute (EBRI), centro di ricerca scientifica sull’Alzheimer, e ad art4sport, l’Associazione ONLUS della campionessa paralimpica Bebe Vio.