Azimut: raccolta netta in luglio positiva per € 1,4 miliardi

Raccolta netta da inizio anno pari a € 4,9 miliardi (obiettivo per l’intero anno: € 6-8 miliardi). 73% della raccolta netta in risparmio gestito a luglio

Il Gruppo Azimut ha registrato nel mese di luglio 2022 una raccolta netta positiva per € 1,4 miliardi, raggiungendo così € 4,9 miliardi da inizio anno (obiettivo per l’intero anno 2022: € 6-8 miliardi). Nel solo mese di luglio, il 73% della raccolta netta è stato indirizzato in prodotti di risparmio gestito. La maggior parte di tali flussi è riconducibile al segmento dei mercati privati, in particolare a seguito del closing di un fondo da parte di uno dei partner di Azimut negli Stati Uniti e dell’acquisizione di una quota di minoranza del 20% in RoundShield Partners, una società d’investimento indipendente leader in Europa nel settore dei real assets con circa € 2,9 miliardi di AUM a luglio 2022 (la quota pro rata di Azimut è pari a circa € 530 milioni). Al netto di questa transazione, la raccolta netta del mese ammonta a quasi € 900 milioni. Di conseguenza, il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato si attesta a fine luglio a € 85,3 miliardi, di cui € 54,3 miliardi fanno riferimento alle masse gestite.

Gabriele Blei, CEO del Gruppo, commenta: “La forte raccolta netta di luglio, pari a 1,4 miliardi di euro, ci incoraggia e conferma ancora una volta la solidità del nostro modello di business, l’impegno di tutta la piattaforma Azimut e il continuo interesse dei nostri clienti italiani e internazionali per la nostra innovativa offerta di prodotti. Il dato di raccolta netta da inizio anno, pari a 4,9 miliardi di euro, rafforza il percorso verso l’obiettivo di 6-8 miliardi di euro che ci siamo posti per l’intero anno. Siamo, inoltre, particolarmente soddisfatti di aver completato nel mese di luglio l’acquisizione di una quota di minoranza del 20% in RoundShield Partners, che arricchirà l’offerta di prodotti per i nostri clienti e fornirà ulteriori opportunità per migliorare la loro asset allocation strategica nelle varie asset class dei mercati privati. Infine, possiamo sottolineare con orgoglio che il patrimonio totale è in crescita dall’inizio dell’anno nonostante un contesto macroeconomico difficile, a testimonianza delle competenze del nostro Global Asset Management team, delle forti relazioni dei nostri consulenti finanziari con i clienti e delle efficaci attività commerciali della nostra rete di distribuzione proprietaria in tutto il mondo.”