Fondazione Umberto Veronesi: Bennet dona 50 mila euro per la ricerca

Bennet ha erogato una donazione di 50 mila euro alla Fondazione Umberto Veronesi per finanziare parte della ricerca dell’istituto. La Fondazione Umberto Veronesi è un ente nato nel 2003 per volontà di Umberto Veronesi, con la finalità di promuovere il progresso scientifico attraverso l’erogazione di borse di ricerca per medici e ricercatori e il sostegno a progetti di altissimo profilo.

La Fondazione ha la propria sede centrale a Milano ed è presieduta dal 2005 da Paolo Veronesi, figlio del fondatore, ma il 9 marzo del 2010 è stata inaugurata anche una succursale con sede di Roma. La fondazione è attiva principalmente in due aree operative: la ricerca e la divulgazione scientifica. Bennetazienda italiana nata nel 1964 a Como e operante nel mercato degli ipermercati e dei centri commerciali  – fondata dai fratelli Ratti – vanta 8.000 dipendenti, 73 ipermercati, 50 gallerie commerciali e un obiettivo di 2 miliardi di fatturato perseguito da Michele Ratti, attuale Presidente della società, che dieci anni dopo il padre ha ricevuto il medesimo riconoscimento di Cavaliere del Lavoro al Quirinale dal Presidente Giorgio Napolitano.

Della somma donata, 33.000 euro sono stati destinati alla ricercatrice Patrizia Romani per una borsa di ricerca istituita e assegnata grazie ad un bando pubblico dalla Fondazione e finanzieranno interamente un progetto di ricerca dell’Università degli Studi di Padova che si concentra sul “ meccanismo di attivazione delle cellule tumorali dormienti per sviluppare nuove terapie efficaci contro le recidive di tumore al seno”, mentre i restanti 17.000 euro contribuiranno al sostegno economico parziale di un altro progetto di ricerca promosso da Fondazione Umberto Veronesi, già attivo presso l’Ospedale San Raffaele di Milano impegnato nello studio delle “Cellule tumorali circolanti (CTC) e malattia in fase iniziale: prevenire le metastasi nel tumore al seno e al polmone”.

«Ogni anno Fondazione seleziona i migliori scienziati e progetti di ricerca attraverso un bando pubblico, finanziando così la ricerca scientifica d’eccellenza a beneficio dei pazienti di oggi e di domani. Grazie al prezioso e rinnovato sostegno di Bennet potremo continuare a finanziare la ricerca sul tumore al seno per sviluppare nuove terapie sempre più efficaci, che riguardano sia la diagnostica che la cura personalizzata» – afferma Monica Ramaioli (nella foto), Direttore generale di Fondazione Umberto Veronesi.

«Collaboriamo con Fondazione Umberto Veronesi da molti anni e questa partnership è diventata un asset basilare della nostra strategia di sostenibilità. Considero questo contributo di Bennet alla ricerca scientifica, così puntualmente focalizzato su un tema che ci tocca tutti come la ricerca oncologica, uno dei nostri più validi e concreti esempi di attenzione verso le persone. È una scelta che riguarda la società nel suo insieme, senza distinzioni di genere, età, origine, ed è il modo che Bennet predilige per essere parte attiva della comunità», dichiara Adriano De Zordi, Amministratore delegato di Bennet.