byrd entra nel mercato italiano nominando Riccardo Marchica Country Manager 

Riccardo Marchica è stato nominato Country Manager per la nuova divisione italiana di byrd, azienda di logistica e adempimento di terze parti guidata dalla tecnologia con la missione di rivoluzionare il settore della logistica che offre servizi di fulfillment scalabili e digitalizzati  per e-commerce – fondata nel 2016 da Alexander Leichter, Sebastian Mach e Petra Dobrocka, con sede principale a Vienna, ma con uffici anche a Berlino, Londra, Parigi, Barcellona e Milano.

Esperto nel settore dei trasporti e della Supply Chain, il manager vanta oltre 10 anni di esperienza internazionale nelle divisioni Sales e Operation Management, infatti precedentemente ha lavorato per DB Schenker – divisione acquisita dell’operatore ferroviario tedesco Deutsche Bahn come Schenker-Stinnes nel 2002 che si concentra sulla logistica e comprende le divisioni per il trasporto aereo, terrestre, marittimo e la logistica contrattuale – e per C.H. Robinson – fornitore americano Fortune 200 di servizi di trasporto multimodale e logistica di terze parti.

Il 10 maggio byrd ha annunciato i suoi risultati economico-finanziari – chiudendo un round di finanziamento di Serie C da 56 milioni di dollari – dichiarando il totale del capitale raccolto negli ultimi 10 mesi che ammonta a circa 70 milioni di euro, guidato da Cambridge Capital con la partecipazione di Speedinvest, Mouro Capital, Elevator Ventures e altri azionisti. 

“Questo aumento di capitale è la conferma che i nostri finanziatori hanno ben chiare le forti potenzialità di espansione della tecnologia di byrd. Il network pan-europeo è in continuo ampliamento e permette di essere più vicini ai propri clienti con stock mirati e visibili in tempo reale nei luoghi strategici, riducendo costi e tempi di transitoù. Le soluzioni offerte si applicano sia a grandi aziende che vogliano costruire o migliorare la propria gestione omnicanale con soluzioni scalabili e in prossimità dei propri clienti, sia alle PMI che vogliano automatizzare la gestione di magazzino e spedizione con servizi di personalizzazione del packaging, permettendo loro di rimanere focalizzate sulle loro competenze chiave”, dichiara Riccardo Marchica.

I nuovi investimenti andranno a rafforzare la presenza del brand nei mercati esistenti – Regno Unito, Francia, Germania, Paesi Bassi e Austria -, ampliando i team locali, per poi pensare a ulteriori espansioni in altri mercati europei, come Svezia, Danimarca e Polonia entro la fine dell’anno. L’obiettivo dell’azienda è infatti dare vita alla più vasta rete di fulfillment – insieme di attività che comprendono la ricezione e la gestione dell’ordine, il pickup, l’imballaggio, l’etichettatura, l’assistenza clienti, la gestione dei metodi di pagamento e la gestione dei resi – per e-commerce connessa e indipendente in Europa, con oltre 30 magazzini in 10 paesi.

“I rivenditori e-commerce soffrono sempre più la pressione dei consumatori affinché consegnino il più velocemente possibile e senza addebiti nei costi di spedizione. Allo stesso tempo, la contrazione della supply chain a livello mondiale sta esercitando una pressione crescente sui margini e creando notevoli problemi di consegna. Ciò significa che i rivenditori sono alla ricerca di servizi di evasione ordini scalabili e in grado di coprire i propri mercati principali a livello internazionale”, spiega  Alexander Leichter, CEO e co-fondatore dell’azienda.