Enel, ricavi in aumento

Il Consiglio di Amministrazione di Enel S.p.A., presieduto da Michele Crisostomo, ha esaminato ed approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2022. I ricavi del primo trimestre del 2022 sono pari a 34.958 milioni di euro, con un aumento di 16.468 milioni di euro (+89,1%) rispetto all’analogo periodo del 2021. La variazione è principalmente riconducibile ai maggiori ricavi da: (i) Generazione Termoelettrica e Trading in Italia e in Spagna per effetto dell’aumento dei volumi prodotti e dei prezzi medi applicati; (ii) Mercati Finali, principalmente in Italia, America Latina e Spagna per le maggiori quantità di energia elettrica e di gas vendute a prezzi medi crescenti; (iii) Infrastrutture e Reti, soprattutto in Brasile per adeguamenti tariffari e per l’effetto positivo dei tassi di cambio; (iv) Enel Green Power, per un incremento nelle vendite di energia prevalentemente in Cile e in Nord America; (v) Enel X, principalmente per la rilevazione della plusvalenza derivante dalla cessione parziale della partecipazione detenuta in Ufinet e per i servizi associati alle nuove iniziative commerciali e alle attività di demand response.

Nell’ambito della Generazione Termoelettrica e Trading, i ricavi del primo trimestre del 2022 derivanti dalla sola generazione termoelettrica sono pari a 4.469 milioni di euro, con un aumento di 2.541 milioni di euro rispetto all’analogo periodo del 2021 a seguito di un maggiore utilizzo delle fonti convenzionali di energia. I ricavi attribuibili alle attività di generazione a carbone del primo trimestre 2022 si attestano al 3,9% dei ricavi totali (2,1% nel primo trimestre 2021). Tale andamento riflette gli effetti derivanti dall’eccezionale situazione di scarsità della risorsa idroelettrica. I ricavi del primo trimestre del 2022 e dell’analogo periodo del 2021 non includono componenti non ordinarie. Il margine operativo lordo ordinario (EBITDA ordinario) del primo trimestre del 2022 ammonta a 4.486 milioni di euro, con un incremento di 287 milioni di euro rispetto all’analogo periodo del 2021 (+6,8%).

“Nel primo trimestre del 2022, la validità del nostro modello di business ci ha consentito di realizzare solidi risultati in linea con le attese, minimizzando i rischi derivanti dal difficile contesto geopolitico ed economico, anche a tutela dei nostri stakeholders,” ha commentato Francesco Starace, nella foto, CEO del Gruppo Enel. “Grazie all’integrazione del Gruppo lungo la catena del valore, alla sua diversificazione geografica e tecnologica, nonché all’accelerazione degli investimenti nella transizione energetica, siamo in grado di consolidare l’implementazione della nostra Strategia nel breve, medio e lungo periodo, confermando le guidance su EBITDA e utile netto ordinario per il 2022.”