Generali, l’Assemblea degli Azionisti 2022 approva il bilancio 2021 e nomina il nuovo Consiglio di Amministrazione

Si è riunita oggi sotto la presidenza di Gabriele Galateri di Genola l’Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti di Assicurazioni Generali S.p.A..

L’Assemblea ha approvato il bilancio dell’esercizio 2021, così come messo a disposizione del pubblico, chiuso con un utile netto di € 1.847 milioni, stabilendo di assegnare agli azionisti un dividendo unitario di € 1,07 per ciascuna azione che verrà posto in pagamento a partire dal 25 maggio 2022. Le azioni saranno negoziate prive del diritto al dividendo a partire dal 23 maggio 2022.

È stato inoltre eletto, previa determinazione del numero dei suoi componenti in 13, il Consiglio di Amministrazione che rimarrà in carica per tre esercizi, fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2024, stabilendone il relativo compenso.

  • La lista presentata dal Consiglio di Amministrazione uscente – lista di maggioranza – ha conseguito il 55,99% dei voti.
  • La lista presentata dal socio VM2006 – prima lista di minoranza – ha conseguito il 41,73% dei voti.
  • La lista presentata da più OICR sotto l’egida di Assogestioni – seconda lista di minoranza – ha conseguito l’ 1,9% dei voti.

Dalla lista di maggioranza sono stati eletti: Andrea Sironi (indicato come Presidente indipendente), Clemente Rebecchini, Philippe Donnet (nella foto, indicato come Amministratore Delegato), Diva Moriani, Luisa Torchia, Alessia Falsarone, Lorenzo Pellicioli, Clara Furse, Umberto Malesci, Antonella Mei-Pochtler.

Dalla prima lista di minoranza sono stati eletti: Francesco Gaetano Caltagirone, Marina Brogi, Flavio Cattaneo.

Gli amministratori eletti, alla luce di quanto dagli stessi comunicato in sede di presentazione delle liste, sono tutti in possesso dei requisiti di indipendenza previsti dall’art. 28.2 dello Statuto sociale, dall’art. 147-ter del TUF e dal Codice di Corporate Governance come attuato dalla Compagnia, con la sola eccezione di:

  • Philippe Donnet, Clemente Rebecchini e Lorenzo Pellicioli con riferimento alla lista presentata dal Consiglio di Amministrazione
  • Francesco Gaetano Caltagirone per la lista presentata dall’azionista VM2006 S.r.l.

Tutti gli amministratori eletti hanno dichiarato di possedere i requisiti di professionalità, di onorabilità e di indipendenza previsti dalla normativa applicabile al settore assicurativo. I curriculum vitae di tutti gli amministratori sono reperibili all’interno della documentazione di presentazione delle liste per la nomina del Consiglio di Amministrazione.

Alla data odierna, alla luce delle informazioni disponibili, consta che, tra gli amministratori eletti, Philippe Donnet possieda 1.175.693 azioni di Assicurazioni Generali, pari allo 0,07% del capitale sociale, Francesco Gaetano Caltagirone possieda, tramite interposte persone giuridiche, 157.900.000 azioni di Assicurazioni Generali, pari al 9,95% del capitale sociale e Marina Brogi possieda 2.580 azioni di Assicurazioni Generali.

La prima riunione del Consiglio neo eletto si svolgerà nei primi giorni della prossima settimana, per deliberare sulla nomina delle cariche sociali.

L’Assemblea ha approvato il Programma di acquisto di azioni proprie ai fini del loro annullamento nel quadro dell’attuazione del piano strategico 2022-24 per un esborso complessivo massimo di euro 500.000.000,00 e per un numero massimo di azioni corrispondente al 3% del capitale sociale della Società. Il programma di acquisto di azioni è finalizzato a impiegare le risorse liquide in eccesso accumulate durante il triennio 2019-21 e non utilizzate per il “capital redeployment” e a fornire agli azionisti una remunerazione aggiuntiva alla distribuzione di dividendi. L’autorizzazione è stata rilasciata per 18 mesi dalla data dell’Assemblea: il prezzo minimo di acquisto delle azioni non potrà essere inferiore al valore nominale implicito del titolo al tempo vigente mentre quello massimo non potrà eccedere del 5% il prezzo di riferimento che il titolo avrà registrato nella seduta di Borsa del giorno precedente al compimento di ogni singola operazione di acquisto. Le operazioni di acquisto delle azioni proprie saranno effettuate – ai sensi dell’articolo 144-bis, comma 1, lettera b) e c) del Regolamento Emittenti e delle vigenti disposizioni normative – secondo modalità operative stabilite nei regolamenti di organizzazione e gestione dei mercati stessi in modo da assicurare la parità di trattamento tra gli azionisti.

L’Assemblea ha inoltre approvato il Long Term Incentive Plan di Gruppo (LTIP) 2022-24, autorizzando l’acquisto e la disposizione di un numero massimo di 10 milioni e 500 mila azioni proprie al servizio del LTIP 2022-24. L’autorizzazioneèstatarilasciataper18mesidalladatadell’Assemblea:ilprezzominimodiacquisto delle azioni non potrà essere inferiore al valore nominale del titolo al tempo vigente, mentre quello massimo non potrà eccedere del 5% il prezzo di riferimento che il titolo avrà registrato nella seduta di Borsa del giorno precedente al compimento di ogni singola operazione di acquisto. Le operazioni di acquisto delle azioni proprie saranno effettuate – ai sensi dell’articolo 144-bis, comma 1, lettera b) e c) del Regolamento Emittenti e delle vigenti disposizioni normative – secondo modalità operative stabilite nei regolamenti di organizzazione e gestione dei mercati stessi in modo da assicurare la parità di trattamento tra gli azionisti.

L’Assemblea ha anche approvato il Piano di azionariato per i dipendenti del Gruppo Generali, per promuovere il raggiungimento degli obiettivi strategici, una cultura di ownership ed empowerment e la partecipazione dei dipendenti alla creazione di valore sostenibile del Gruppo. Il Piano prevede l’opportunità di acquistare azioni di Assicurazioni Generali a condizioni agevolate, assegnando, in caso di apprezzamento del valore dell’azione, azioni gratuite definite in proporzione al numero di azioni acquistate e ai dividendi distribuiti. Il Piano, che avrà inizio indicativamente a ottobre 2022 e avrà una durata di 3 anni, ha come destinatari i dipendenti del Gruppo Generali, ad eccezione dei membri del Group Management Committee (GMC) e del Global Leadership Group (GLG). Il Consiglio di Amministrazione di Generali, dandone attuazione, procederà alla specifica individuazione delle categorie di dipendenti beneficiari del Piano e dei paesi in cui sarà possibile avviare il Piano. A servizio del Piano, l’Assemblea ha altresì autorizzato l’acquisto e la disposizione di un numero massimo di 9 milioni di azioni proprie, per un periodo di 18 mesi: il prezzo minimo di acquisto delle azioni non potrà essere inferiore al valore nominale del titolo al tempo vigente, mentre quello massimo non potrà eccedere del 5% il prezzo di riferimento che il titolo avrà registrato nella seduta di Borsa del giorno precedente al compimento di ogni singola operazione di acquisto. Le operazioni di acquisto di azioni proprie saranno effettuate, ai sensi dell’articolo 144-bis, comma 1, lettera b) e c) del Regolamento Emittenti e delle vigenti disposizioni di legge, secondo modalità operative stabilite nei regolamenti di organizzazione e gestione dei mercati stessi, in modo da assicurare la parità di trattamento tra gli azionisti.

Si segnala che, alla data odierna, la Società e le sue controllate detengono in portafoglio 6.599.872 azioni Generali, pari allo 0,413% del capitale sociale della Compagnia.

L’Assemblea ha approvato le proposte relative alla modifica dell’art. 9.1 dello Statuto Sociale. Tale modifica, che è soggetta alla preventiva approvazione da parte dell’IVASS, riguarda gli elementi del patrimonio netto delle Gestioni Vita e Danni, ai sensi dell’art. 5 del Regolamento ISVAP 11 marzo 2008, n. 17.

L’Assemblea ha infine approvato la Relazione sulla politica in materia di remunerazione ed espresso un voto consultivo favorevole sulla Relazione sui compensi corrisposti.

Philippe Donnet ha affermato (nella foto): “Il management di Generali accoglie con favore l’esito dell’Assemblea degli Azionisti, che ha confermato la fiducia nel nostro piano “Lifetime Partner 24: Driving Growth”. Insieme a tutte le persone di Generali abbiamo consolidato la nostra leadership in Europa e siamo diventati Partner di Vita di un numero crescente di clienti. Abbiamo inoltre spinto sull’innovazione e sulla digitalizzazione, incrementato gli utili e integrato pienamente la sostenibilità nelle nostre attività. Il nostro piano strategico offre una visione chiara del Gruppo al 2024 e creerà valore per tutti gli stakeholder. Sono lieto di iniziare a lavorare con il nuovo Consiglio di Amministrazione, che porta in dote al Gruppo nuove capacità e competenze, per realizzare con successo il nostro piano”.