Festa del Cinema di Roma: Paola Malanga nominata Direttrice artistica

Paola Malanga è stata nominata nuova Direttrice artistica per il triennio 2022-2024 della Festa del Cinema di Roma, subentrando al posto dI Antonio Monda, ex direttore artistico. 

Non solo giornalista, critica cinematografica e vicedirettrice di Rai Cinema, Malanga è anche una dei fondatori della rivista Duel, una dei collaboratori di Paolo Mereghetti per il progetto Dizionario dei Film, nonché autrice di saggi celebri su alcuni grandi autori del cinema.

«È per me un grande onore ricevere questo incarico, prestigioso e inaspettato, da Gian Luca Farinelli, neo presidente della Fondazione Cinema per Roma, che ringrazio, insieme ai membri del consiglio di amministrazione, per la fiducia e il coraggio di una scelta inedita», ha dichiarato Paola Malanga. «Accolgo questa sfida importante con l’entusiasmo e l’amore per il cinema che da oltre trent’anni caratterizzano il mio lavoro, nella consapevolezza del momento storico che il settore cinematografico e la città di Roma stanno attraversando per costruire un futuro al passo coi tempi. Ci aspettano ora mesi di lavoro intenso, sicuramente appassionante, il cui baricentro sarà il cinema in tutte le sue sfumature, in una delle poche città al mondo protagoniste della storia del cinema».

«Saluto con affetto e stima Paola Malanga come nuova direttrice artistica della Festa del Cinema di Roma: abbiamo portato alla guida di questo importante evento una delle più riconosciute e apprezzate professionalità del nostro cinema e una delle maggiori esperte delle dinamiche che regolano il cinema internazionale. Lavoreremo insieme a un nuovo progetto di Festa del Cinema che duri per tutto l’anno e che coinvolga, in maniera diffusa, l’intera Capitale e si espanda anche al territorio della Regione. Daremo spazio alle migliori espressioni della nostra cinematografia, l’intero comparto industriale sta vivendo in questo momento una fase di importante crescita; allo stesso tempo, procederemo in sinergia con i maggiori festival del mondo, mantenendo comunque un’espressione di originalità e una linea che renda la Festa del Cinema un appuntamento unico a livello nazionale e internazionale. Sarà una manifestazione in grado di mostrare le numerose anime del cinema contemporaneo, dai confini sempre più globali e sfumati, e raccontare un panorama artistico in cui le arti si contaminano costantemente, giocando ruoli sempre più sorprendenti», dice Gian Luca Farinelli, neo presidente della Fondazione.