Ferragamo: cambi e rafforzamenti al vertice

Daniella Vitale rivestirà il ruolo di ceo North America, mentre Vincenzo Equestre è chief executive officer area Emea

È un grande rafforzamento quello che sta accadendo nel Gruppo Salvatore Ferragamo nella sezione manageriale dell’area del Nord America (Usa e Canada) e della Region Emea.
Dal 18 ottobre sarà infatti Daniella Vitale a prendere le redini delle sezioni creazione, produzione e vendita di calzature, pelletteria, abbigliamento, prodotti in seta e altri accessori sia per uomo che per donna. La Vitale sarà chief executive officer in North America e Vincenzo Equestre lo è per l’area Emea.

La nuova ceo ha un’esperienza ultraventennale nella sezione del fashion retail, iniziando il proprio percorso professionale nel merchandising di Salvatore Ferragamo e anche di Gucci, giungendo a ricoprire anche il ruolo di presidente e ceo in America. Nel suo curriculum ci sono altre posizioni di rilievo come quella di chief executive officer per Barney’s New York e chief brand officer ed executive vicepresident per Tiffany & Company.

Il Gruppo Salvatore Ferragamo, nato nel 1927 e con all’attivo 639 punti vendita monomarca con ben 3.750 dipendenti, ci tiene a far sapere che l’esperienza accumulata dalla Vitale sarà fondamentale, visto anche il periodo storico che vede una ripresa del mercato americano. Anche Vincenzo Equestre, ora chief executive officer della Region Emea, sfoggia una lunga esperienza nel settore del lusso, vedendo il proprio ruolo crescere di responsabilità a livello internazionale, ha lavorato per gruppi come L’Oréal e Lvmh, per quest’ultimo è stato general manager per l’Italia, la Spagna, il Portogallo e il Marocco per Louis Vuitton, general manager in Europa per Christian Dior Couture e per Chaumet international vicepresident.