Matteo Ascheri è il nuovo presidente di Piemonte Land


Sostituzione ai vertici di Piemonte Land of Perfection, azienda attiva nell’offerta ai consorzi di tutela del vino piemontesi con l’obiettivo di armonizzare la promozione dei vini, dell’eccellenza agroalimentare e delle bellezze dei territori.

Matteo Ascheri è stato designato come presidente di Piemonte Land of Perfectione succederà direttamente al manager Filippo Mobrici, non appena terminerà il mandato. L’importante consorzio di protezione del vino piemontese, che riunisce tutti i quattordici consorzi riconosciuti dal Mipaaf, coprendo la quasi globalità della superficie vitivinicola regionale, è ora presieduto da Matteo Ascheri, in delegazione del consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, di cui è il presidente.

In questo nuovo incarico lo accompagneranno, con la mansione di vice, lo stesso Mobrici, per quanto riguarda il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, e Paolo Ricagno, leader del Consorzio Brachetto e Vini d’Acqui.

Il consiglio di Piemonte Land of Perfection ingloba, aldilà del presidente e dei due vice: Stefano Chiarlo (Barbera d’Asti e Vini del Monferrato), Andrea Ferrero (Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani), Andrea Fontana (Nebbioli Alto Piemonte), Roberto Ghio (Gavi), Massimo Marasso (Asti), Francesco Monchiero (Roero), Giulio Porzio (Vignaioli Piemontesi), Stefano Ricagno (Asti) e Davide Viglino(Vignaioli Piemontesi).

Il nuovo presidente ha spiegato in una nota:

“Nel proseguire il lavoro promozionale fin qui svolto dai miei predecessori, che ringrazio, punterò a dare a ogni denominazione la massima importanza, valorizzandone le peculiarità all’interno di quella casa comune del vino piemontese rappresentata da Piemonte Land. L’affermazione della nostra produzione vitivinicola sul mercato nazionale e internazionale è una sfida che può essere vinta solamente evidenziando la grande ricchezza e biodiversità che si esprime in ogni singola denominazione piemontese”.