Jean-Jacques Guével è il nuovo ceo di Balmain

È Jean-Jacques Guével il nuovo ceo di Balmain. Il manager raccoglie il testimone da Massimo Piombini, che ha di recente deciso di lasciare l’azienda per motivi personali, dopo averla guidata negli ultimi due anni. L’executive sarà operativo dal prossimo mese di febbraio.

Laureato alla Hec Business School et Sciences Po Paris, Guével ha iniziato la sua esperienza nel mondo della moda e del lusso in Louis Vuitton, per poi ricoprire incarichi dirigenziali da Céline, nella divisione Fashion Group di LVMH e infine approdare da Zadig et Voltaire, dove è stato ceo negli ultimi tre anni.

Al timone di Balmain, marchio rilevato dal gruppo di investimenti Mayhoola nel 2016, supporterà l’espansione della maison, lo sviluppo delle linee di accessori, accelerando sulla crescita oltrefrontiera.  «Come tutti nel mondo della moda sono rimasto colpito dalla straordinaria evoluzione di Balmain negli ultimi anni – è il commento di Guével -. Dal giorno in cui ha assunto il ruolo di direttore creativo, Olivier Rousteing è riuscito a rimanere fedele al singolare patrimonio e savoir-faire della casa di moda. Al tempo stesso ha saputo assecondare al meglio i desideri e le necessità della nuova e multiforme generazione di cui fa parte».

Fondata nel 1945 da Pierre Balmain, la griffe si è imposta fin dagli inizi grazie allo stile femminile e al tempo stesso audace del fondatore, contrapposto al look comfort e per il day-by-day diffuso ai tempi. Una sigla stilistica che lo ha subito reso famoso tra le famiglie reali euopee e i divi di Hollywood.

Dopo la morte di Pierre Balmain, nel 1982, la casa è stata guidata da una serie di designer, tutti in equilibrio tra heritage e attualità. Nel 2011 è arrivato a guidare il design team della maison Olivier Rousteing, allora 25enne, diventato uno dei talenti più giovani mai nominati al vertice creativo di una storica casa di moda parigina, dando un contributo fondamentale alla rapida crescita del marchio.