Salvatore Sciacchitano eletto presidente dell’Icao

Prima volta di un italiano e di un europeo al vertice dell’Icao, l’organismo Onu che riunisce le autorità per l’aviazione civile di 193 stati. Il consiglio che si è tenuto a Montreal ha eletto alla presidenza per il triennio 2020-2022 Salvatore Sciacchitano, candidato dall’Ecac, la European Civil Aviation Conference.

Pubblicità

“Si tratta di un successo straordinario per il nostro Paese e per il mondo dell’aviazione civile italiana – ha commentato il presidente dell’Enac Nicola Zaccheo -. Dopo lo strepitoso risultato conseguito in settembre alla 40esima  assemblea generale in cui l’Italia è stata riconfermata tra le nazioni leader dell’aviazione civile mondiale, come prima classificata con 160 voti su 168 votanti, a pari merito con la Cina, e prima tra le Nazioni europee, oggi, per la prima volta nella storia, un europeo, un nostro connazionale, diventa Presidente dell’autorità mondiale dell’aviazione civile”.

Sciacchitano, ingegnere, 65 anni, nel 1996 diventa direttore generale del Registro aeronautico italiano per poi diventare vice direttore generale dell’Enac, carica ricoperta fino al 2010, anno in cui è stato nominato segretario esecutivo dell’Ecac.