Federico Viganò nominato Country Manager di Vertex Italia e Grecia

Vertex Pharmaceuticals, società biofarmaceutica americana, tra le prime ad utilizzare una strategia esplicitata di progettazione razionale dei farmaci piuttosto che la chimica combinatoria, ha comunicato la nomina di Federico Viganò in qualità di Country Manager per l’Italia e la Grecia

Viganò, dapprima di entrare a far parte di Vertex, ha lavorato in vari ruoli per AstraZeneca, ultimo dei quali Country President in Irlanda. Prima di approdare in Irlanda, ha rivestito mansioni di Vice President, Respiratory Business Unit Director e di Vice President e Cardiovascular Business Unit Director. E’ stato investito di mansioni di calibro crescente, alla guida dell’area marketing e operations di Boehringer Ingelheim Italia dove ha lanciato prodotti nelle aree del cardiovascolare, respiratorio, metabolico e dei prodotti maturi. La sua carriera si è sviluppata in GlaxoSmithKline, dove ha lavorato per oltre 10 anni tra Italia, Belgio e Francia, con la responsabilità a livello nazionale e internazionale. Dopo aver conseguito gli studi in Chimica Farmaceutica, ha terminato la formazione con un Executive MBA all’Imperial College Business School di Londra, un Mba all’Università Bocconi di Milano ed un MPhil in Chinese Studies presso il Trinity College di Dublino.

Federico Viganò comunica:

“Sono onorato di unirmi a Vertex in un momento così cruciale della storia dell’azienda, in prima linea nella lotta alla Fibrosi Cistica mentre sviluppa una robusta pipeline di terapie sempre più all’avanguardia. Metterò a disposizione la mia esperienza per poter continuare in questo percorso e permettere che queste terapie possano essere disponibili a tutti i pazienti che ne possono beneficiare”.